Ricerca generica nel portale
Ricerca attività per regione, provincia e per categorie
Cerca tra i prodotti dei marchi del settore
Cerca tra i prodotti
 

Deumidificatore

Scegli il deumidificatore per togliere l'umidità in casa

deumidificatore ariaSono numerose le abitazioni in cui si riscontra un'umidità eccessiva, un problema questo che non deve assolutamente essere sottovalutato. Ricordiamo infatti che un eccesso di umidità comporta la comparsa di muffe che vanno a rovinare le pareti di casa e che soprattutto vanno a crearci non poche problematiche alla salute. Le muffe infatti sono causa di molti problemi respiratori. Per abbassare l'umidità è possibile acquistare un deumidificatore, apparecchi che eliminano l'umidità presente nell'aria condensandola in acqua. L'acqua che si viene così a creare si raccoglie in un apposito contenitore. Vi ricordiamo che i deumidificatori non hanno alcun effetto sulla temperatura dell'ambiente, ma quando la temperatura è più secca la temperatura per il nostro organismo risulta sempre più sopportabile.

I deumidificatori fissi e portatili



Possiamo dividere i deumidificatori disponibili sul mercato in due grandi gruppi, i deumidificatori fissi ed i deumidificatori portatili. Queste due versioni funzionano ovviamente nello stesso identico modo, ma è ovvio che i deumidificatori fissi hanno una potenza maggiore e sono quindi la scelta ideale per ambienti che soffrono di problemi di umidità particolarmente intensi o per ambienti di grandi dimensioni. I deumidificatori portatili sono la scelta ideale invece per le camere da letto, per i soggiorni non troppo ampi, per i bagni, per tutti quegli ambienti insomma che risultano piuttosto contenuti. La caratteristica più importante dei deumidificatori portatili è senza dubbio la loro estrema praticità, piccoli e molto leggeri infatti questi deumidificatori possono essere trasportati da una stanza all'altra della casa senza alcuna difficoltà e possono essere riposti nel caso non vengano utilizzati.

I deumidificatori meccanico-refrigerativi



Sia i deumidificatori fissi che quelli portatili sono disponibili in due diverse versioni, nella versione meccanico-refrigerativa e in quella essiccativa. I deumidificatori meccanico-refrigerativi sono quelli che hanno il funzionamento più semplice e quelli che sono più diffusi. In questa tipologia di deumidificatori l'aria viene aspirata e viene fatta passare grazie all'utilizzo di un'apposita ventola in una serpentina. All'interno di questa serpentina l'aria si raffredda e il vapore acqueo in essa contenuto, l'umidità appunto, si condensa trasformandosi in acqua. L'acqua così prodotta va a raccogliersi poi all'interno di un apposito serbatoio. I deumidificatori di ultima generazione hanno il serbatoio trasparente in modo che sia possibile rendersi conto di quando è necessario svuotarlo e spesso sono in possesso anche di un'apposita spia oppure di un allarme. Alcuni modelli permettono anche di scaricare in modo automatico e continuo l'acqua prodotta attraverso un apposito tubo da collegare ad esempio al lavandino.

I deumidificatori essiccativi



Il funzionamento dei deumidificatori essiccativi è simile. Anche in questo caso infatti l'aria viene aspirata dall'ambiente e trasportata grazie all'utilizzo di una ventola. In questo caso però l'aria viene spinta verso un materiale essiccante, materiale che nella maggior parte dei casi è un gel in silicone. A contatto con questo materiale il vapore acqueo si condensa e si trasforma quindi in acqua. Con il passare del tempo i pori presenti nel gel si riempiono d'acqua e il gel diventa quindi sempre meno efficiente. Proprio per questo motivo è necessario rigenerare il gel oppure cambiarlo del tutto. La rigenerazione è molto semplice, basta infatti mettere il gel a contatto con una corrente d'aria in modo che si possa asciugare del tutto. Quando scegliere un deumidificatore di questa tipologia? Questi deumidificatori essiccativi sono la scelta ideale soprattutto per coloro che vivono in zone davvero molto fredde dove il clima risulta rigido per buona parte dell'anno.

I deumidificatori passivi



Oltre ai modelli di deumidificatori di cui vi abbiamo appena parlato dobbiamo ricordare anche i deumidificatori passivi, deumidificatori questi che non sono elettronici e che risultano davvero molto economici, deumidificatori questi però che sono la scelta ideale solo per ambienti che non hanno particolari esigenze o problematicità. I deumidificatori passivi altro non sono che dei contenitori sormontati da un'apposita griglia. Sulla griglia viene posizionato il materiale essiccante di cui abbiamo appena parlato, solitamente sotto forma di sassolini oppure sotto forma di piastrine. L'acqua che si viene a creare si deposita sul fondo della vaschetta. Dopo un periodo che va da 2 a 6 mesi circa vedrete che l'acqua inizia a colorarsi, è sicuramente arrivato il momento allora di cambiare il materiale essiccante che si è ormai del tutto consumato.

Come scegliere il deumidificatore



Prima di acquistare un deumificatore è necessario passare al vaglio alcune caratteristiche in modo da scegliere il modello perfetto per ogni esigenza.

Le caratteristiche che devono essere prese in considerazione sono:
• il volume di deumidificazione
• la temperatura massima e minima a cui il deumidificatore è in grado di lavorare
• l'umidità massima che può essere asporatata dall'ambiente
• l'eventuale presenza della regolazione dell'umidità
• l'eventuale presenza di filtri se avete bisogno di purificare l'aria, filtri che preferibilmente devono essere lavabili
• le dimensioni dell'apparecchio
• il peso dell'apparecchio se si prevede di trasportarlo da una stanza all'altra





RIMANI AGGIORNATO SULLE NOVITA' DEI DEUMIDIFICATORI, CLICCA QUI!




Iscriviti alla newsletter

Iscriviti

Top
Questo sito utilizza la tecnologia 'cookies' per favorire la consultazione dei contenuti e l'erogazione dei servizi proposti dal sito.
Per prestare il consenso all'uso dei cookies su questo sito cliccare il bottone "OK".
Info OK